L’importanza della figura di un medico estetico al giorno d’oggi

La medicina estetica è una disciplina recente: la sua data di nascita è fissata al 1973, a Parigi, grazie al medico endocrinologo J.J Legrand, che proponeva ai suoi clienti la correzione degli inestetismi del corpo con metodi soft, alternativi alla chirurgia estetica. In Italia se ne sente parlare due anni dopo, nel 1975, quando viene fondata la Società Italiana di Medicina Estetica dal geriatra Carlo Alberto Bartoletti: il medico estetico, quindi, è colui che non solo corregge ma aiuta anche a prevenire gli  inestetismi e le malattie tramite un cambiamento degli stili di vita.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha allargato recentemente il concetto di salute, definendola come il completo benessere psicofisico della persona e riconoscendo l’importanza della medicina estetica come strada per il raggiungimento dell’accettazione di sé stessi.

Il medico estetico: chi è e qual è il suo lavoro?

medico estetico

Il medico estetico è un laureato in Medicina e Chirurgia che sceglie di intraprendere un percorso di specializzazione specifico post-laurea: è questo il caso della dottoressa Anadela Serra Visconti, direttrice sanitaria del Beauty Management Medical Institute di Roma.

Dopo la laurea in Medicina a Pisa, la dottoressa Serra Visconti ha infatti frequentato numerosi corsi di specializzazione, fra cui corsi di perfezionamento in Medicina Estetica della Società Italiana di Medicina Estetica e della Società Italiana di Mesoterapia, per poi conseguire un diploma di perfezionamento in Medicina Estetica presso la Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica ed Estetica dell’Università degli Studi di Pavia. È stata anche premiata per la sua tesi di laurea sul collagene (“Collagene: una tecnica per tre generazioni” ) discussa dopo il corso quadriennale (1991-1995) in Medicina Estetica della “Scuola Internazionale di Medicina estetica” della Fondazione Fatebenefratelli di Roma.

Questo breve estratto dal curriculum della dottoressa Serra Visconti (che sarebbe molto più lungo) ci fa capire come sia complesso e approfondito il percorso di studi di un medico estetico, che offre ai propri pazienti un approccio multidisciplinare alle sue patologie, estetiche e di salute.

Di cosa si occupa la medicina estetica?

medico estetico

La medicina estetica si occupa infatti di correggere o ridurre gli inestetismi fisici, che possono essere strettamente correlati ad altre patologie, ecco perché:

  • per combattere la cellulite bisogna indagare sulla circolazione,
  • se c’è un problema di irsutismo occorre capire lo stato di salute della tiroide,
  • per non parlare del problema di cattiva circolazione alle gambe e di vene varicose, che va risolto di pari passo dal punto di vista estetico e da quello medico.

L’approccio multidisciplinare è quello che contraddistingue il Beauty Management Medical Institute, diretto dalla dottoressa Anadela Serra Visconti. Il team medico è composto da diversi specialisti in settori specifici, che lavorano insieme per raggiungere il risultato finale: conservare il fisico in buona salute,  ritardare gli effetti dell’invecchiamento e correggere gli inestetismi  per uno stato di benessere e serenità durevole nel tempo.