RINGIOVANIMENTO DELLE MANI CON IDROSSIAPATITE DI CALCIO ( NOVITA')

E' una novita' per ringiovanire per mani con cute molto assottigliata e aspetto scarno, invecchiato.
L'idrossiapatite di calcio e' un materiale iniettabile, riassorbibile, che oltre a ripristinare il volume perduto sul dorso della mano ( crea un cuscinetto)stimola la produzione di collagene di tipo 1, quello piu' giovanile, che conferisce alla pelle una nuova elasticita'.

Il responsabile sanitario e medico di riferimento è la Dott.ssa Anadela Serra Visconti. 

La tecnica e' semplice: previa anestesia topica locale ( crema anestetica) e ghiaccio, si iniettano 2 grossi pomfi di idrossiampatite a livello sottocutaneo, sul dorso di ciascuna mano.
Di solito viene usata una fiala per mano.
Successivamente la paziente viene invitata a sedersi sulla mano ( coperta da guanto) per 20 minuti, in modo che la idrossiapatite raggiunga la temperatura corporea.
Segue un massaggio lieve eseguito dal medico ed il trattamento e' finito.

Il riisultato e' immediato, ma non solo: nel giro di qualche settimana, oltre al ritrovato turgore, si ha una cute piu' elastica.
Il risultato dura circa 1 anno.
La tecnica e' utile sia per l'uomo che per la donna.
In casi di macchie cutanbee, si puo' associare una terapia schirarente.

RINGIOVANIMENTO DELLE MANI CON ACIDO JALURONICO

RINGIOVANIMENTO DELLE MANI772Possiamo ringiovanire le mani, quando si e' persa l'elasticita' della pelle e si mostrano scarne e invecchiate,attraverso infiltrazioni di acido Jaluronico a livello sottocutaneo. L'acido jaluronico rende le mani subito piu' carnose e arrotondate sul dorso, con un aspetto immediatamente piu' giovanile. Infatti, non solo "riempie" la cute ( assottigliata e priva di grasso sottocutaneo, che con l'eta' diminuisce) formando una sorta di cuscinetto, ma agisce anche da biostimolante cutaneo, rendendo il tessuto piu' elastico ed idratato.

Il risultato estetico e' immediato: il trattamento si esegue iniettando almeno una fiala di acido jaluronico su ciasuna mano, previa applicazione di una crema anestetica per circa 30' e ghiaccio per ridurre la dolorabilita' ed ematomi, peraltro scarsi. La quantita' di fiale necessaria varia a seconda dei casi : il protocollo prevede 2 fiale ( una per ciascuna mano) per tre-quattro sedute, una a settimana.

A questa tecnica si possono associare peelings specifici per schiarire le macchie cosi' come pure il trattamento con Ossigeno Iperbarico per migliorare l'idratazione e la compattezza cutanea . Queste tecniche sono sempre associate ad un programma cosmetologico specifico.

NB: le foto allegate mostrano le mani di una paziente di 60 anni, trattate in un'unica seduta attraverso l'infiltrazione di 2 fiale di acido jaluronico per ciascuna mano. Questo e' il risultato dopo una settimana dal trattamento . La paziente ha inoltre applicato, nei giorni successivi al trattamento, specifici prodotti idratanti e schiarenti.